Puma: in forte crescita gli utili del primo quarter

Superando le stime degli analisti interpellati da Bloomberg, che prevedevano mediamente un valore di 79,4 milioni di euro, il gruppo dello sportswear Puma ha messo a segno profitti netti trimestrali di 83,1 milioni, in forte crescita rispetto ai 5,6 milioni del primo quarter 2009. Segno meno per le vendite, in calo del 2,1% a 683,1 milioni di euro.
La società di Herzogenaurach, di proprietà del colosso francese Ppr, stima per l’intero fiscal year 2010 un progresso di oltre il 70% negli utili pre-tax, a fronte di un incremento “low to mid single-digit” del giro d’affari annuale. Gli utili netti, invece, dovrebbero avanzare “significativamente”.
Nel periodo gennaio-marzo sono diminuiti i ricavi del segmento footwear (-5,1% a valute costanti) e degli accessori (-1,6%), mentre sono progrediti nel comparto apparel (+1,2%). A livello geografico, invece, Puma ha registrato un calo del 6,2% del turnover nell’area Emea (Europa, Middle East e Asia) e dell’8,4% nella regione Asia-Pacifico; in controtendenza le Americhe, con un giro d’affari trimestrale in rialzo del 9,8%.
d.p.
stats