Puma stima crescita dei ricavi a cifra singola

Anche Puma viene penalizzata dal dollaro debole e chiude il primo trimestre con ricavi per 673,3 milioni di dollari, in aumento del 2,7% a valori correnti e del 6,6% a valute costanti. Il management stima una crescita a cifra singola del giro d'affari annuale (nell'ipotesi di tassi invariati) e conferma ulteriori investimenti su varie iniziative di marketing nel 2008 delle Olimpiadi, che avranno rilessi nel lungo periodo.
Nel trimestre ha deluso il footwear, rimasto sui livelli dell'analogo quarter del 2007 (394,2 milioni), mentre ha accelerato l'abbigliamento, salito del 18,5% a oltre 230 milioni e gli accessori, cresciuti del 16,5% a 47 milioni. L'ebit del gruppo dello sportswear, che fa parte del colosso d'Oltralpe Ppr, ha raggiunto quota 125,8 milioni di euro, dai 134,8 milioni precedenti. L'utile netto è invece sceso da 96,6 a 90,1 milioni.
e.f.
stats