Pvh: al via tagli all’organico e chiusure di negozi

La crisi economica pesa sui conti dell’americana Phillips-Van Heusen. La società newyorkese rivede al ribasso il fatturato trimestrale, che dovrebbe attestarsi fra 585 e 590 milioni di dollari (-8/10% il calo a parità di perimetro distributivo). Previsti 400 licenziamenti e la chiusura di 175 store.
La strategia di ristrutturazione varata dal gruppo, proprietario dei marchi Calvin Klein, Izod e Van Heusen, consentirà risparmi annualizzati (pre-tax) pari a 40 milioni di dollari. Dei 400 dipendenti che perderanno il posto di lavoro, 150 sono occupati nella produzione di cravatte, sciarpe e accessori a Los Angeles. Per l’intero esercizio 2008 - è in corso il quarto trimestre - Pvh stima un turnover di circa 2,5 miliardi di dollari (in linea con i 2,43 miliardi del precedente fiscal year).
d.p.
stats