Pvh: l'utile trimestrale scende dell'11,8%

Phillips-Van Heusen Corporation archivia il terzo trimestre con utili netti per 53,7 milioni di dollari, in discesa dell'11,8%. Ma le vendite, attestatesi a 636 milioni, hanno registrato un +4% grazie alla griffe di proprietà Calvin Klein.
Tra i fattori che hanno penalizzato il risultato finale, il gruppo americano elenca le maggiori vendite promozionali e gli investimenti addizionali in pubblicità per 9 milioni di dollari. Le vendite hanno retto il colpo della crisi economica grazie al buon andamento del licensing business legato a Calvin Klein, che ha realizzato un +9%.
Il bilancio a nove mesi rivela invece un incremento del fatturato di Pvh a 1,91 miliardi di dollari (+4%) e una contrazione dei profitti a 129,7 milioni (-15%).
Per l'intero esercizio, i vertici di Pvh stimano ora un turnover tra 2,51 e 2,53 miliardi di dollari, con un progresso tra il 3 e il 4% rispetto al 2007. Rivisto al ribasso anche il quarto trimestre: il giro d'affari dovrebbe posizionarsi tra 595 e 615 milioni, con una crescita tra il 2 e il 5% rispetto allo stesso quarter del 2007.
e.f.
stats