Quiksilver: +26% l'utile netto del terzo trimestre

Nel terzo trimestre del 2011 l'utile netto di Quiksilver ha registrato un incremento del 26% salendo a 10,4 milioni di dollari, contro gli 8,3 milioni dello stesso periodo del 2010. Il fatturato è salito del 14% a 503,3 milioni dollari, mentre l'ebitda è pari 52,7 milioni di dollari.
A premiare il gruppo californiano, a cui fanno capo i marchi Roxy, Quiksilver e Moskova, come ha confermato il presidente e amministratore delegato Robert B. McKnight Jr., sono state le vendite nei territori non tradizionali: “Stiamo vedendo – ha dichiarato - una continua e forte crescita nei mercati emergenti e in via di sviluppo e le nostre iniziative in quelle aree stanno dando buoni ritorni iniziali, coerenti con i nostri piani a lungo termine”.
Per il trimestre conclusosi il 31 luglio, Quiksilver ha registrato vendite in salita dell’11% a 260 milioni di dollari, mentre quelle europee hanno segnato un incremento del 16% a 176,4 milioni di dollari. In progresso anche l’area Asia-Pacifico che ha fatto segnare un +20% dei ricavi a 65,5 milioni.
a.bi.
stats