Quiksilver: salgono i ricavi, peggiorano le perdite

Nel primo trimestre fiscale terminato il 31 gennaio, la californiana Quiksilver ha visto i ricavi salire del 5% a 449,6 milioni di dollari. In territorio negativo l'ebit della società specializzata negli sport outdoor (-2,5 milioni di dollari, da un utile operativo di 13 milioni), mentre le perdite hanno raggiunto i 22,6 milioni di dollari (dal rosso di 16,3 milioni del primo quarter del 2011).
A commento dei risultati, il presidente e ceo Robert B. McKnight jr. si è dichiarato soddisfatto della crescita a livello di top line, trainata dal buon andamento delle vendite retail, in aumento a periodi comparabili in tutte le aree di riferimento (+11% nelle Americhe, +9% in Europa e +3% in Asia-Pacifico). Le prospettive della società, che controlla anche i brand Roxy, DC, Lib Tech e Hawk, sono di un incremento del giro d'affari e dei profitti 2012, grazie anche a ulteriori margini di contenimento dei costi. Il turnover annuale stimato da McKnight è di 3 miliardi di dollari, dai precedenti 1,9 miliardi, mentre l'ebitda dovrebbe raddoppiare a 400 milioni.
e.f.
stats