Rabolini sale in Pomellato

Sale al 76% del capitale la quota di Pino Rabolini in Pomellato. Francesco Minoli ha, infatti, ceduto l’8% al fondatore e primo azionista della società milanese di gioielli, di cui è amministratore delegato. Non c’è la Borsa nei piani del gruppo.
Minoli ha esercitato un’opzione prevista al momento dell’acquisizione del pacchetto, sei anni fa, e legata al piano di organizzazione dell’azienda, chiusosi nel 2005 con il superamento di quota 100 milioni per il fatturato del gruppo e l’azzeramento del debito della capogruppo. L’utile netto 2005 ha totalizzato invece 13,4 milioni di euro.
Il piano industriale, per i prossimi cinque anni, prevede un’ulteriore crescita ma non contempla la quotazione in Borsa.
e.f.
stats