Ratti: a Marzotto e Faber Five la maggioranza della società tessile

Intesa raggiunta fra Ratti e Marzotto, a seguito delle trattative avviate nei mesi scorsi: l’azienda serica quotata in Borsa e il suo azionista di maggioranza, Donatella Ratti, hanno concluso un accordo vincolante con Marzotto e Faber Five (realtà partecipata da Antonio Favrin, nella foto), che acquisiranno la maggioranza del gruppo tessile di Guanzate (Co).
Il deal prevede un doppio aumento di capitale da 25 milioni di euro, l’ingresso degli investitori nel capitale della società con una partecipazione di maggioranza, l’integrale copertura delle perdite che risulteranno realizzate al 30 settembre 2009 e la ristrutturazione dell’indebitamento finanziario del gruppo, insieme a un piano di riorganizzazione e sviluppo industriale. L’assemblea straordinaria che delibererà su alcuni step dell’agreement si terrà entro la fine dell’esercizio, mentre gli aumenti di capitale dovrebbero essere eseguiti entro il primo trimestre 2010. Al termine dell’operazione, Marzotto e Faber Five acquisiranno una partecipazione del 66,7% nella realtà tessile (a fronte di un esborso di circa 20,8 milioni di euro), mentre Donatella Ratti, attuale a.d., avrà una quota variabile fra il 16,5% e il 23,7%. In partnership con i nuovi investitori, nell’ottica del programma di rimodulazione del debito, è già stato già negoziato con i principali istituti di credito (Bnl e Unicredit) un intervento finanziario per circa 30 milioni di euro.
L’intesa, si legge in una nota diffusa dalla company di Guanzate, “si propone di riequilibrare la situazione patrimoniale e finanziaria di Ratti e di affrontare, con il supporto di un partner industriale, un più ampio piano di ristrutturazione e rilancio di un’azienda conosciuta nel mondo per creatività, qualità e trasparenza”. Il gruppo tessile ha archiviato i primi sei mesi dell’anno con ricavi pari a 35,4 milioni di euro, in calo del 28%, mettendo in evidenza una perdita consolidata di 4,7 milioni di euro (vedi fashionmagazine.it del 31 agosto 2009).
d.p.
stats