Rcs MediaGroup cede Joseph Abboud a fondo di private equity

Rcs MediaGroup esce definitivamente dal mondo della moda. Ieri, infatti, ha concluso un accordo con il fondo di private equity statunitense J.W. Childs Associates, per la cessione delle società facenti capo al gruppo Joseph Abboud, titolare dell’omonimo marchio e attivo nello sviluppo, produzione e commercializzazione di abbigliamento prevalentemente maschile. Il closing dell’operazione, che sarà sottoposta al vaglio dell’antitrust statunitense, è previsto entro la fine del primo trimestre di quest’anno.
Il gruppo guidato da Maurizio Romiti si appresta così a completare il processo di focalizzazione del business nell’editoria e comunicazione, che lo scorso anno lo ha portato a cedere tutte le attività operative di Fila Holding a Sport Brand International (Sbi), controllata del fondo privato di investimenti americano Cerberus (vedi fashionmagazine.it dell’11 giugno).
Quest’ultima operazione, che prevede la cessione delle società JA Apparel, Riverside Manufactoring (società proprietaria dello stabilimento di produzione) e Nashawena Mills (società che possiede il terreno su cui sorge lo stabilimento), ha il valore di 73 milioni di dollari al netto del debito finanziario. Come comunica la società in una nota, l’accordo non avrà alcun significativo impatto economico per Rcs MediaGroup “in considerazione dei fondi già in precedenza appostati relativamente alle dismissioni nel settore abbigliamento”.
e.f.
stats