Record di vendite per Lacoste nel 2011 e il 2012 chiuderà a +10%

Lacoste nel 2011 ha registrato la sua miglior performance di sempre, grazie a un fatturato record di 1,6 miliardi di euro (+11%), superiore a quello registrato nel 2007, che si era fermato a 1,56 miliardi. Si tratta del migliore della nostra storia" ha dichiarato Christophe Chenut, direttore generale della società sulle pagine di Le Figaro.
Un trend che secondo il manager dovrebbe trovare conferma nell'anno in corso, che dovrebbe chiudere con un incremento del 10% dei ricavi. "Gli indicatori per ora sono buoni - ha commentato Chenut - . Lo zoccolo duro della nostra clientela è la classe media, quella che cresce di più in Cina e nell'America Latina" .
Il 60% del giro d'affari l'anno scorso è stato generato dall'abbigliamento, affidato in licenza alla Devanlay, a cui fanno capo anche la pelletteria (3% del business) e la metà delle boutique Lacoste. Al successo commerciale del marchio hanno collaborato anche le altre licenze in essere: dalle calzature, realizzate da Portland (17% del turnover), alle fragranze prodotte e distribuite da Procter & Gamble (14% dei ricavi), fino alle linee eyewear, in partnership con Marchon, e casa con Zucchi.
A livello geografico, gli Stati Uniti si confermano il primo mercato per Lacoste, con una quota del 15%, seguiti da Francia (9%), Italia e Cina (6% ciascuno).
an.bi.
stats