Reda incrementa il fatturato e investe sul Giappone

Nuova sede a Tokyo per Reda: la storica azienda italiana produttrice di tessuti ha avviato in questi giorni una filiale nella capitale giapponese, punto di partenza per un'ulteriore espansione nel Far East. Attualmente il fatturato della società, che sfiora i 73 milioni di euro, è realizzato per il 75% oltrefrontiera e per il 25% in Italia.
Il Paese del Sol Levante rappresenta uno dei territori più promettenti per Reda, che ha archiviato il 2007 con un turnover in aumento dell'8,6% rispetto all'anno precedente: infatti, il 7% del giro d'affari estero proviene dall'accoppiata Giappone/Cina. Nella Repubblica Popolare è attiva da cinque anni una sede a Shanghai.
"Il mercato orientale è maturo e sensibile alla qualità dei nostri prodotti e, di conseguenza, all'area lusso - ha commentato l'a.d. di Reda, Ercole Botto Poala -. I partner asiatici dimostrano di credere come noi nell'importanza dell'evoluzione tecnologica, mantenendo però sempre saldo il legame con la tradizione e la grande esperienza artigianale".
a.b.
stats