Renzo Rosso ha brindato al lancio europeo della nuova 500 cabrio by Diesel, blu come i jeans

"La nuova 500C by Diesel è blu indigo, proprio come i nostri jeans!", ha dichiarato entusiasta Renzo Rosso, che ha presenziato ieri all’evento di lancio della nuova vettura, affiancato da Lapo Elkann e dal ceo di Fiat, Lorenzo Sistino. Sorridente e ottimista, il patron di Diesel guarda al futuro con ulteriori progetti e prevede di tornare a crescere entro la fine dell’anno.
Il varo della 500C by Diesel, la versione cabrio della 500 nata nel 2008 dalla collaborazione tra Fiat e l’azienda di Molvena, è avvenuto ieri in un affollatissimo corso Vittorio Emanuele, a Milano, davanti al flagship Diesel. Un evento in occasione del Salone del Mobile, che segue di poco la presentazione ufficiale tenutasi in Giappone, lo scorso 12 aprile, presso il Fiat Café di Aoyama (Tokyo). “Ci tenevo tanto a questa automobile e sono più che soddisfatto dei risultati – ha dichiarato Rosso -. E poi questo indigo è proprio fantastico, frutto di una ricetta speciale!”. E non esclude nuove incursioni in territorio automobilistico con altre tipologie di prodotto. “Anche se per questo c’è tempo”. Disponibile anche nei colori verde con capote nera e nero con capote nera o rossa, la nuova 500 sarà commercializzata in tutti i Paesi in cui è distribuita la versione berlina (prodotta in edizione limitata e venduta finora in quasi 6.500 esemplari). In Italia si potrà acquistare da maggio con un listino prezzi che parte da 18mila euro.
Nel corso della serata di ieri, Renzo Rosso ha rimarcato anche il successo delle linee casa riunite sotto l’etichetta “Successful Living from Diesel”, di scena presso lo store con un piccolo “assaggio” e presenti al completo al Superstudio Più per il FuoriSalone: i mobili in collaborazione con Moroso, l’illuminazione con Foscarini e il tessile per la casa in tandem con Zucchi. “Sono prodotti freschi, moderni – commenta -. Abbiamo fatto cose davvero incredibili”.
L’ottimismo di Rosso si spinge anche a una visione globale del futuro del marchio: “Il mercato è ancora duro ma contiamo di tornare a crescere già dalla fine del 2010”. “E poi – prosegue - in azienda si respira grande animazione: c’è gente nuova e abbiamo rimodernato l’area creativa, che ora è sotto la guida del neo-nominato direttore artistico Bruno Collin”. In particolare, ha rivelato, l’intenzione è di concentrarsi sulla donna, che al momento è meno forte rispetto all’uomo. “Presto le due anime forniranno lo stesso contributo allo sviluppo del business”, ha concluso.
c.me.
stats