Retail a Londra: sale Regent Street, scende Oxford Street

Investimenti per oltre 500 milioni di sterline stanno trasformando Regent Street in una delle zone più interessanti di Londra, mentre la famosa Oxford Street sembra perdere dinamismo. Una mappa dei progetti e dei futuri opening in questa e altre zone.
Fra le iniziative in cantiere intorno a Regent Street, uno shopping mall nell'area compresa fra Glasshouse Street e Air Street e la completa ristrutturazione del Regent Palace Hotel. Nella via sono stati da poco inaugurati uno shop di 400 metri quadri del brand di surfwear Quiksilver e un mega Apple Store. Imminente lo sbarco dei monomarca Brooks Brothers, Kurt Geiger, Reiss, Mamas & Papas, insieme ai negozi lifestyle Habitat e Zara Home. Si vocifera sempre più insistentemente che anche Armani Exchange, Tommy Hilfiger e Timberland abbiano intenzione di insediarsi in Regent Street.
Si apre poi l'incognita sul futuro dell'edificio che fino a poco tempo fa ha ospitato il department store Dickins & Jones, ora chiuso. Tra le chiusure nella storica strada, a causa del caro affitti, da segnalare quelle di Laura Ashley e di Liberty.
Più in generale, da segnalare che entro fine di questo mese un'insegna italiana farà il proprio ingresso in Newburgh Street: si tratta di A-Style, marchio in espansione con mire anche in Francia, Spagna e Giappone. In Sloane Street approda invece la collezione Shanghai Tang (marchio orientale entrato a fare parte del gruppo Richemont) e c'è attesa per il debutto europeo di Abercrombie & Fitch: il lifestyle brand americano ha scelto la capitale britannica per il suo primo spazio nel Vecchio Continente, al 7 di Burlington Gardens. Ma l'opening non dovrebbe essere prima del 2007.
p.o. e a.b.
stats