Retailer statunitensi: Nordstrom sale, Macy’s scende

Nel terzo trimestre dell’anno, l’americana Nordstrom ha riportato ricavi per 1,87 miliardi dollari (+3,5%) e un utile netto di 83 milioni (+16,9%), mentre Macy’s ha totalizzato un turnover di 5,28 miliardi (-3,9%) e una perdita netta di 35 milioni di dollari, in miglioramento dal precedente rosso di 44 milioni. Entrambi i player hanno rivisto al rialzo le previsioni per l’intero esercizio.
Nordstrom - cui fanno capo gli omonimi store e l’insegna Jeffreys - ha anticipato che, grazie ai risultati del trimestre al di sopra delle attese, il fiscal year 2009 dovrebbe chiudere con un fatturato a perimetro omogeneo in ribasso fra 6 e il 7% (dall’ultimo calcolo che vedeva un segno meno fra il 9 e il 12%). Il giro d’affari nei primi nove mesi è invece sceso a 5,72 miliardi di dollari (-4,2%) mentre i profitti netti sono arretrati a 269 milioni (-19,2%).
Macy’s, sul cui terzo quarter hanno pesato costi di ristrutturazione per 33 milioni di dollari, si aspetta vendite in calo dell’1-2% nell’ultimo trimestre e del 5,4-5,7% per l’anno fiscale in corso (la guidance diffusa a inizio esercizio stimava una flessione fra il 6 e l’8% per il 2009). I ricavi a nove mesi sono diminuiti a 15,6 miliardi di dollari (-8,2%), mentre la perdita netta di periodo ha raggiunto 116 milioni (dai 30 milioni al primo novembre 2008).
d.p.
stats