Ricavi a nove mesi stabili per Christian Dior Group

Christian Dior Group ha riportato, nei primi nove mesi dell’anno, ricavi pari a 12,4 miliardi di euro, in calo dello 0,5% rispetto all’analogo periodo del 2008 (-6% a cambi comparabili). Arretra dell’8,1%, a quota 518 milioni, il business di Christian Dior Couture (nella foto, un look della collezione prêt-à-porter primavera-estate 2010).
Il gruppo che controlla Lvmh (il colosso del lusso ha presentato risultati di fatturato a nove mesi in linea con i valori del 2008, vedi fashionmagazine.it di ieri) ha registrato, nello specifico del terzo quarter, un giro d’affari di 4,3 miliardi di euro, in flessione dell’1% (-3% a periodi comparabili). Sempre nel terzo trimestre, per quanto concerne Christian Dior Couture, l’attività nelle boutique ha mostrato “tangibili segni di recupero”, a differenza delle vendite wholesale, “penalizzate dal fenomeno del destocking nei department store”. Dalla società con sede a Parigi fanno inoltre sapere che i ricavi dei leather good, spinti dalla linea Lady Dior, hanno evidenziato una crescita sostenuta. A livello distributivo, la regione Asia-Pacifico, e in particolare la Cina, hanno confermato il loro forte potenziale di sviluppo.
d.p.
stats