Ricavi a nove mesi stabili per Piquadro, scende l’utile

Nei primi nove mesi del fiscal year 2009/2010 Piquadro ha realizzato un fatturato consolidato di 36,9 milioni di euro (+0,1%) e un utile netto di 4,88 milioni, in calo del 9,7%. In crescita articoli da viaggio (+9%), borse da donna (+35%) e accessori (+138%), segno meno invece per piccola pelletteria (-5%) e agende e portablocchi (-24%).
Nei nove mesi conclusi il 31 dicembre 2009, l’ebitda si è attestato a 9,72 milioni di euro (pari al 26,3% del giro d’affari), in diminuzione del 6,9% rispetto all’esercizio 2008/2009, l’ebit è sceso a 8,24 milioni (circa il 22,3% del turnover), arretrando del 9,9%. L’indebitamento della società di Silla di Gaggio Montano si è attestato a 11,3 milioni di euro evidenziando, rispetto al dato registrato al 31 dicembre 2008, un miglioramento di circa 3,7 milioni di euro (nonostante il pagamento di 3,1 milioni per dividendi relativi all’esercizio chiuso al 31 marzo 2009 e distribuiti lo scorso luglio).
“I risultati del trimestre (i ricavi del terzo quarter sono aumentati dell’1,2%, vedi fashionmagazine.it del 12 gennaio 2010) ci consentono di valutare con più serenità il 2010, anche a fronte di un portafoglio ordini per la primavera-estate 2010 superiore a quello dell’analogo periodo dell’esercizio 2008/2009 - ha spiegato il presidente e ceo Marco Palmieri -. La lievemente ridotta redditività è da ascriversi principalmente alle aperture di punti vendita diretti avvenute negli ultimi 12 mesi e ai relativi costi di start-up”.
d.p.
stats