Ricavi up, profitti down per Saks Incorporated

Nonostante un progresso delle vendite di oltre il 6%, Saks ha registrato una flessione degli utili 2004, scivolati da 80 a 60,9 milioni di dollari, a causa dei costi legati alla chiusura di alcuni store e degli investimenti in alcune iniziative strategiche. Promosso un senior manager dei negozi Proffitt’s/McRae’s group.
Nel bilancio chiuso il 29 gennaio scorso, i ricavi annuali di Saks Incorporated hanno raggiunto i 6,4 miliardi di dollari (+5,3% a periodi comparabili). Più in dettaglio, il business di Sfae (somma delle attività di Saks Department Store Group e Saks Fifth Avenue Enterprises) ha segnato complessivamente un +12,4% del fatturato (+10,8% a parità di perimetro di consolidamento), mentre l’aggregato Sdsg (Parisian, Proffitt's, McRae's, Younkers, Herberger's, Carson Pirie Scott, Bergner's, per citare alcuni degli store che lo costituiscono) ha totalizzato un +2,2% (+1,6% a periodi confrontabili).
Nel 2005 la società quotata al Nyse ha pianificato l’apertura di un nuovo Parisian store nel Tennessee, la ristrutturazione di cinque negozi Saks Fifth Avenue e la chiusura di una decina di spazi fra Sfae e Sdsg.
In concomitanza con la pubblicazione dei risultati annuali, il retailer americano ha comunicato la promozione di Jeff Useforge a senior vice president/general merchandise manager per le linee uomo e bambino di Proffitt’s/McRae’s (dal 2003 era divisional vice president/divisional merchandise manager dell’area Juniors). Useforge riporterà a Toni Browning, president e chief executive officer della società. Nel suo passato si elencano svariate posizioni di crescente responsabilità in J.C.Penney e in Mercantile Stores.
e.f.
stats