Richemont cresce del 20% nel primo trimestre 2008

Il Gruppo Richemont ha registrato nel primo quarter 2008, chiuso lo scorso 30 giugno, un fatturato di 1,43 miliardi di euro, con un incremento del 20% a cambi costanti rispetto all’analogo periodo 2007. In forte crescita la main area jewellery (+25%) e orologi (+19%). Soffrono le vendite in Giappone.
Le brillanti performance del colosso svizzero - cui fanno capo brand quali Cartier, Van Cleef & Arpels, Baume & Mercier, Montblanc e Chloé - sono state a doppia cifra in Europa (+20% sul 2007 a cambi costanti), nell’area Asia-Pacifico (+35%) e nelle Americhe (+20%, che diventa un +6% a cambi correnti). La situazione sul mercato giapponese continua a essere difficile: -7% il turnover nel Paese asiatico che, complessivamente, rappresenta l’11% del vendite totali del gruppo.
Nel dettaglio delle singole aree di business, il segmento gioielleria si conferma particolarmente dinamico (+25% rispetto al primo trimestre 2007, con un giro d’affari di 737 milioni di euro), insieme a orologeria (+19% a 415 milioni di euro) e altri business (+28%, non particolarmente condizionato dal calo dei ricavi retail del brand Chloé). Stabile il comparto pelletteria e accessori (+5% a cambi costanti, -2% a cambi correnti), con i marchi Alfred Dunhill e Lancel che mettono a segno, rispettivamente, incrementi del 6% e 4% a valute costanti.
d.p.
stats