Richemont: vendite in calo (-7%) nel terzo trimestre

Nei tre mesi chiusi lo scorso 31 dicembre, Richemont ha registrato vendite per 1,55 miliardi di euro, in flessione del 7% rispetto all’analogo quarter del 2007 (-12% a cambi costanti). La società svizzera - riporta una nota - sta fronteggiando la situazione di mercato più dura dalla sua fondazione, avvenuta 20 anni fa. Il calo nel turnover interessa particolarmente Europa (-8%) e Americhe (-24%).
Il terzo trimestre del fiscal year (caratterizzato dalla forte discesa nei consumi dei luxury good e dalla crisi dei mercati finanziari, acuitasi lo scorso ottobre) ha fortemente ridimensionato il progresso di fatturato, messo a segno nel semestre precedente (+10%): il gruppo del lusso ha così totalizzato ricavi a nove mesi in rialzo del 3% (sempre a cambi correnti). Nel periodo ottobre-dicembre 2008, il giro d’affari del comparto “Jewellery” è sceso a 800 milioni di euro (-7% sull’analogo quarter del 2007), l’area “Specialist Watchmakers” è arretrata del 5%, “Writing Instrument Maisons” del 15%. A livello distributivo, le vendite in Europa, primo mercato di riferimento con 689 milioni di euro di turnover, hanno ceduto l’8% (alle deludenti performance del Vecchio Continente si contrappone il crescente dinamismo del Middle East); ben più vistoso il calo nelle Americhe (-24%), mentre notizie positive si sono registrate nell’area Asia-Pacifico, con un progresso del 4% (con la Cina in avanzata del 25% a valute costanti). Sempre piatta la situazione delle vendite sul mercato nipponico, dove la società con sede a Ginevra - cui fanno capo griffe come Van Cleef & Arpels, Chloé, Piaget, Alfred Dunhill e Montblanc - è cresciuta dell’1% (a cambi costanti, invece, si evidenzia una flessione del 18%). Secondo quanto si apprende dalla stampa svizzera, uno dei brand di Richemont, Cartier, ha ordinato il lavoro ridotto per 160 dei suoi 200 dipendenti dell'unità produttiva di Villars-sur-Glâne, nel Canton Friburgo. La misura sarà applicata dall'inizio di febbraio per tre mesi: passato questo periodo, si deciderà se prolungarla o meno.
d.p.
stats