Rinascente resta in mani italiane

Si è conclusa nel week end la cessione delle attività tessili di Rinascente. Il 99,09% delle quote detenuto da Eurofind Textile - società lussemburghese controllata da Auchan e Ifil - passa alla Srl Tamerice.
La società fa capo alla cordata formata dalla famiglia Borletti (la stessa che acquisì La Rinascente di piazza Duomo dal fondatore, Ferdinando Bocconi, nel 1917), dalla Sgr Investitori Associati, dal gruppo immobiliare Pirelli Re e dal fondo di investimento Deutsche Bank Real Estate Global Opportunities.
Come spiega una nota congiunta, il valore della transazione è di 888 milioni di euro che saranno pagati in contanti, 500 dei quali corrisponderanno ai proventi netti spettanti al gruppo degli Agnelli, che così sciolgono la partnership realizzata nel 1997.
L’operazione è ora sottoposta al via libera dell’autorità antitrust: il closing è atteso per il prossimo mese di giugno.
Rinascente Spa, che riunisce i grandi magazzini La Rinascente e i negozi Upim, ha chiuso l’esercizio con un fatturato lordo di 925 milioni di euro. Il margine operativo lordo è risultato di 68 milioni, mentre l’utile ha totalizzato 9 milioni di euro.
e.f.
stats