Risultati in chiaroscuro per Neiman Marcus

Il department store di lusso Neiman Marcus, recentemente rilevato da una cordata di investitori guidata dalle società Texas Pacific Group e Warburg Pincus, ha chiuso i primi sei mesi dell’esercizio con ricavi per 2,2 miliardi di dollari, dai 2 miliardi relativi all’analogo periodo dello scorso anno. In flessione il risultato operativo.
Nel semestre, infatti, l’utile operativo è passato da 230 a 177 milioni di dollari, mentre l’utile netto è sceso da 134,7 a 58 milioni di dollari.
Il secondo quarter ha visto il turnover salire a 1,23 miliardi di dollari (+6,4% a periodi comparabili). Il risultato operativo trimestrale è passato da 119,7 a 72,5 milioni, mentre il profitto netto è diminuito a 3 milioni di dollari dai 70,6 milioni precedenti.
Sui numeri in flessione, come spiega la società in una nota, pesano la cessione del business nel direct marketing (Chef’s Catalog) e costi straordinari emersi a seguito della vendita del gruppo ai nuovi soci.
e.f.
stats