Roberto Cavalli: un aggiornamento sulle trattative con Clessidra e altre novità

Roberto Cavalli ha incontrato di nuovo i rappresentanti del fondo Clessidra con cui ha avviato le trattative per la cessione del 20% della sua società. No comment sui dettagli, ma secondo lo stilista si tratta di un piano "interessante".
Ora però il designer si starebbe interrogando se vendere sia ancora la cosa giusta da fare, visto che l'attuale fase di mercato penalizza la valutazione dell'azienda. “Sono attratto dall'idea di avere un partner interessante - ha detto al quotidiano online wwd.com - ma il prezzo è molto diverso”. Roberto Cavalli, che oggi si è reso irreperibile per un commento, ha inoltre rivelato di essere alla ricerca di un ceo: un ruolo che manca nella società, la cui presidente è la figlia Cristiana Cavalli.
Alcune dichiarazioni lasciano intravedere, inoltre, un diverso atteggiamento dello stilista nei confronti di Ittierre, licenziataria della sua linea Just Cavalli (fino al 30 dicembre 2010), attualmente commissariata (vedi fashionmagazine.it del 2 marzo). Consapevole che solo un suo sforzo potrà aiutare la controllata di It Holding a rimettersi in carreggiata, Cavalli ha affermato di avere contattato personalmente fra i 200 e i 300 punti vendita della collezione per dire loro di essere “involved” e di avere intenzione di parlare ai 400 dipendenti di Ittierre a Isernia.
Tra le nuove iniziative accennate da Cavalli, la nascita di un suo “fashion world web site”, con tanto di blog e apparizioni live online per promuovere i giovani stilisti, che dovrebbe partire a Natale.
e.f.
stats