Rochas: pronto il rilancio del prêt-à-porter con Gibò

A due anni dall’uscita dal business dell’abbigliamento, la maison Rochas tornerà a calcare le passerelle. Così ha deciso la proprietaria Procter & Gamble, firmataria di un accordo con Gibò per la creazione, produzione e distribuzione del prêt-à-porter della griffe.
L’alleanza tra le due società consiste in qualcosa di più di una semplice licenza: “Si tratta piuttosto di una joint-venture in cui P&G mette a nostra disposizione l’utilizzo del marchio, lasciandoci completa libertà nello sviluppo e nella realizzazione dell’abbigliamento e nella messa a punto della strategia distributiva”, precisa l’amministratore delegato di Gibò, Franco Pené.
L’azienda toscana ha fissato l’esordio del ready-to-wear femminile di Rochas (una gamma comprendente abbigliamento, accessori e calzature) per l’autunno-inverno 2009/2010, mentre Procter&Gamble continuerà a farsi carico del segmento cosmetico della griffe.
Non c’è invece ancora nulla di ufficiale sul possibile responsabile dell’ufficio stile, fino al 2006 in capo all’attuale creative chief di Nina Ricci, Olivier Theyskens. “Individueremo la persona giusta nelle prossime settimane”, assicura Pené, mentre sulla stampa internazionale ricorre il nome di Marco Zanini, ex head of design di Halston.
Sussidiaria italiana della giapponese Onward, Gibò accresce così il proprio protagonismo sul mercato del lusso europeo, aggiungendo quest’ultimo deal a un parco licenze che già include maison come Marc Jacobs, John Galliano, Paul Smith, Chloé, Michael Kors, Roberto Cavalli Uomo e Antonio Marras. Nel 2007 l’azienda ha totalizzato vendite per 120 milioni di euro.
m.g.
stats