Romeo Gigli: si apre il nuovo corso

È stata quasi messa a punto la riorganizzazione della maison Romeo Gigli, dopo l’uscita di scena dello stilista fondatore, che non disegnerà più le collezioni della griffe milanese guidata da Pierluigi Mancinelli.
Nel nuovo assetto è confermata la presenza di Anna Ciummo, che ufficializzerà il proprio ruolo di designer per le linee donna con la presentazione della nuova collezione a stampa e buyer, prevista per il prossimo 20 febbraio a Milano.
Ancora ufficiosa, invece, è la candidatura di Fabrizio Taliani - designer che ha maturato esperienze per il gruppo Prada, Malo e Zegna - a stilista delle collezioni maschili, per le quali resta da siglare, inoltre, l’accordo con il licenziatario per la produzione. A quanto risulta alla nostra testata, sarebbero in corso trattative con la società Lardini di Filottrano (in provincia di Ancona).
Sempre per quanto riguarda la produzione, per le linee femminili è già stato firmato un contratto con Nuova Taela di Thiene, in provincia di Vicenza, che produrrà anche la camiceria per l’uomo. A Bilancioni, invece, è stata affidata la maglieria, mentre la pelletteria sarà prodotta da Works. Cravatte e sete, infine, saranno realizzate da Clerici Tessuto, azienda tessile comasca.
Novità anche nell’area comunicazione, che dovrebbe passare sotto la guida di Sonia Benigni, ex pierre per Malo.
c.b.
stats