S.Oliver: il gruppo chiude il 2011 con un fatturato di 1,2 miliardi di euro

Un 2011 in crescita per S.Oliver, società di Rottendorf, in Germania, titolare di diverse label di abbigliamento e accessori. La fashion company ha infatti archiviato il fiscal year a quota 1,2 miliardi di euro, con un incremento del 12,1% rispetto all'anno precedente. In progress anche il ritmo dei nuovi opening.
Come riporta Sportswear International, a fare la parte del leone sono state le vendite wholesale, che hanno inciso sul giro d'affari per un 52,8%, mentre il canale retail ha contribuito per il 33,7%. Un dinamismo supportato da una quarantina di aperture in location considerate strategiche dalla società e da due nuovi concept store, al via a Oberhausen (in Germania) e in Austria.
Le entrate della realtà made in Germany sono state inoltre sostenute dall'andamento positivo dell'export, avanzato del 27,2% rispetto all'anno precedente, grazie anche alle iniziative distributive oltreconfine: S.Oliver ha infatti aperto il suo primo shop-in-shop in Indonesia e avviato spazi in franchising in Finlandia e Svezia. Risultati che, insieme alle buone performance dell'e-commerce, alimentano l'ottimismo per il 2012. Le proiezioni per il prossimo anno parlano infatti di una nuova crescita a doppia cifra.
a.t.
stats