Safilo conferma le trattative per l'ingresso di un partner e chiede un rinvio alle banche

Senza fare nomi, Safilo rende noto che i negoziati per identificare un partner, che andrebbe a rafforzare la struttura patrimoniale e finanziaria del gruppo, sono in corso. Tra le offerte più probabili si parla di quella di Bain Capital ma si rumoreggia anche di un interesse a entrare nel capitale da parte di Marcolin.
A inizio mese Safilo aveva informato di attendersi “in tempi brevi” le offerte relative a un possibile ingresso nell'azionariato di un fondo di private equity. La carta stampata ipotizza che in una lunga riunione del cda conclusasi ieri si sarebbero esaminati le offerte dei fondi di private equity Bain Capital e Pai Partners (ma in passato si è fatto anche il nome di Cvc e Apax Partners fra gli interessati) che permetterebbero alla famiglia Tabacchi di restare nel capitale (attualmente controlla circa il 40% delle quote). Tra le proposte spunta anche quella di un distributore americano, ma c'è anche chi scommette che nell'azionariato entri un'altra società dell'occhialeria come Marcolin, specializzata in montature griffate (Roberto Cavalli, Tom Ford, John Galliano, Tod's e Hogan tra i marchi in portafoglio).
In una nota l'azienda di Padova fa sapere che nell'ultimo cda è stato confermato all'a.d. Roberto Vedovotto il mandato per proseguire i negoziati. Inoltre, tenendo conto del possibile disallineamento dei risultati al 30 giugno, rispetto ai covenant finanziari fissati (sono le clausole concordate che riconoscono al soggetto finanziatore il diritto di rinegoziare o revocare il credito al verificarsi degli eventi previsti dalle clausole stesse), Safilo ha avviato un negoziato con le banche finanziatrici per richiedere una rinuncia (“waiver”) in merito e per prorogare un pagamento in scadenza il 30 del mese. Nella trimestrale pubblicata in maggio la società aveva una posizione finanziaria netta negativa per 617,7 milioni di euro, dai 570 di fine 2008.
e.f.
stats