Safilo invita Berggruen a fare un’offerta

Nuovi sviluppi sul fronte Safilo, ancora alla ricerca di un partner per rafforzare la struttura patrimoniale e finanziaria del gruppo. Ieri è emerso che il player veneto dell’occhialeria ha invitato la società di investimenti Berggruen a fare un’offerta, ma senza ricorrere a una "due diligence".
Lo ha dichiarato lo stesso presidente Nicolas Bergrueen all’agenzia Reuters. Qualche settimana fa (vedi fashionmagazine.it del 3 luglio 2009), l’eyewear company italiana aveva rifiutato l’offerta di fusione dell’americana Fgx International, specializzata nelle proposte per il “mass market” e controllata dalla stessa società di private equity Berggruen Holding. La company americana, tuttavia, ha continuato a mostrare interesse nei confronti dell’azienda padovana.
A proposito dell’assenza di "due diligence", una fonte vicina all’operazione ha spiegato a Reuters che un conoscitore del settore come Berggruen, tramite la Fgx International, “è in grado di formulare un’offerta seria attingendo ai dati pubblici disponibili su Safilo”. La società veneta non ha commentato. Per conquistare l’azienda guidata da Roberto Vedovotto è rimasto in lizza, tra i pretendenti della prima ora, solo Bain Capital, dopo il ritiro la scorsa settimana di Pai Partners. Safilo, che al 31 marzo 2009 aveva una posizione finanziaria netta negativa per 617,7 milioni di euro, ha ottenuto all’inizio di luglio dalle banche creditrici una proroga per una rata di finanziamento scaduta a fine giugno e un waiver sui covenant finanziari al 30 giugno 2009.
d.p.
stats