Salone del Mobile e FuoriSalone: gli stilisti reinventano l'arte dell'abitare

Prosegue l’inarrestabile contributo creativo offerto all’arte dell’interior decoration dai leader del prêt-à-porter di lusso che, in concomitanza con il Salone Internazionale del Mobile e del FuoriSalone, animano con le loro ultime proposte di arredo il fitto calendario della Milan Design Week.
Ieri è toccato a Missoni Home dare il "la" con un cocktail organizzato per il debutto della showroom al 22 di via Elvezia (vedi news di oggi).
Stasera i riflettori sono accesi soprattutto su Giorgio Armani, che inaugura il mega store di via Sant'Andrea 9 e presenta altre novità tra via Manzoni 37 e via Pisoni 2 (vedi news di oggi). Ma altre griffe si schierano in prima linea: riflette come uno specchio l’inconfondibile gusto della sua creatrice, la stilista Anna Molinari, la nuova Blumarine Home Collection, frutto di un accordo quinquennale stipulato dalla griffe carpigiana con Ideadue. E si arricchisce l’offerta di Fendi Casa, che sceglie i colori del deserto per creazioni impreziosite da pellami pregiati con stampe crocodile e alligator, applicazioni in cristalli Swarovski, ricami artigianali. Alla Fiera di Rho-Pero la maison romana presenta per la prima volta il divano New Farnese, il letto Cameo dall’alta testata imbottita e proposte per l’outdoor con struttura in fibra e acciaio.
Sontuosa ma anche giocosa e irriverente appare, nell’ultima collezione di Versace Home, la seduta New Vanitas: una reinterpretazione in chiave moderna della storica sedia di Gianni Versace, ispirata a un modello di poltrona Luigi XV che lo stilista acquistò nel 1994 per la sua abitazione di Miami. Questo iconico modello sarà la vedette dell’evento “Funked up new classics”, in scena stasera in via Gesù 12. Da segnalare, tra l'altro, che la maison ha stretto una partnership con Venini per un'esclusiva linea di vasi in vetro soffiato.

Visioni dissacranti e divertissement surreali
Strizzano l’occhio al mercato giovane e “alternativo” gli ultimi nati di Successful Living from Diesel, il progetto firmato dal team stilistico di Renzo Rosso in collaborazione con Moroso (per i mobili), Foscarini (illuminazione) e Zucchi (il tessile per la casa). Tra le novità che Diesel propone al pubblico del FuoriSalone si segnalano la lampada Perf (ispirata alla tradizione nordafricana), la Rock chair (dalle prismatiche sfaccettature) e i coordinati da letto di gusto trompe l’oeil della grintosa linea Zipper. Piacerà agli amanti del colore e della graffiti art la poltroncina Moma di Enrico Coveri Living che, personalizzata da sei artisti massimalisti, fa capolino nella showroom di via Manzoni. Agli appassionati del filone fantasy non sfugge invece la poltrona Pop di Piero Lissoni per Kartell che, rivestita con l’esclusivo tessuto Ranocchie di Etro, durante la maratona meneghina del design fa bella mostra di sé nella boutique della griffe milanese. E ancora, Kartell si insedia nelle vetrine di Miss Blumarine, dell’Orologeria Pisa e di Tod’s, con una serie di allestimenti creati ad hoc per l’instancabile pubblico di designer e addetti ai lavori. Il quale stasera presenzierà a un’esposizione sul design molecolare, che vedrà ancora di scena Kartell nel flagship store di Mandarina Duck.

Pezzi unici e installazioni artistiche
Anche Molteni&C rinnoverà il suo legame con il fashion system, “invadendo”, dalle 18 alle 22 di domani, lo store di Salvatore Ferragamo. Qui saranno esposti scrittoi, tavolini, divani, specchi e piccoli armadi delle linee Scriba, Net-Box e Night&Day, progettate da Patricia Urquiola. La quale, per l’occasione, ha disegnato una borsa “limited edition”, che potrà essere acquistata solo su ordinazione nella boutique della griffe. Parallelamente, in questi giorni Tomas Maier, direttore creativo di Bottega Veneta, si affida a una serie limitata di borse e di piccola pelletteria, che sarà commercializzata nella sede milanese del marchio, in concomitanza con una mostra sul nuovo design giapponese.
Ancora borse, ma in pietra acrilica Hi-Macs, quelle create dallo stilista Alviero Martini e presentate nella showroom di piazza San Babila. Al talento dell'artista Shun Katawakami il flagship store di Giuliano Fujiwara dedica una personale, inaugurata alla vigilia del salone: tra le varie opere spiccano tavole da skateboard e oggetti di uso comune. Intanto Roberto Cavalli apre le porte del suo monomarca al "mago del legno" italo-ungherese Laszlo Papp e da Ferré va in scena, in collaborazione con Rossana Orlandi, l'exhibition "Diversity" di Nacho Carbonell: pezzi unici ispirati al mondo della natura.
La luce è protagonista di special event organizzati presso le boutique di Malìparmi (con la Voyeur lamp di Ari Marcus), Tucano (con le lampade di Roberto Paoli), Braccialini (che dà lustro alle soluzioni luminose dei designer emergenti Pietro Calicchio e William Raffredi), Massimo Alba (con i paralume-scultura di Paola Napoleone) e Pierre Mantoux (con "Tensor Voting", installazione luminosa di Giulio Parini ispirata alle calze). Si intitola "Attratti dalla luce/3" l'happening organizzato da Iceberg domani sera presso la boutique di via Montenapoleone 10 per celebrare un’iniziativa firmata da Beppe Angiolini e Roberto Delfi: una serie di lampade “naturali e concrete” realizzate con metalli primari (ferro) o leghe binarie (acciaio, ottone), trattati con processi di invecchiamento e rinvenimenti speciali. Intanto il flagship store di Marina Rinaldi accoglie le creazioni tessili del light designer Claudio Bignazzi.

Creazioni luminose e cortometraggi d’autore
Appuntamento con un'altra creativa emergente, Michela Basso, in via Solferino, nel negozio di Cividini, dove fanno bella mostr di sé gli appendiabiti “per la coppia” M’ama_non M’ama e Giochi?, una surreale poltrona-gomitolo. D'impatto si preannunciano le luminose creazioni di Ingo Maurer che, in questa settimana, è di scena allo Spazio Krizia insieme a Borek Sipek, virtuoso del vetro, e all’artista Peter Keene. Portano i nomi dei designer Tokujin Yoshioka, Gwenael Nicolas, Vincent van Duysen, Rogier van der Heide e Yves Béhar le immaginifiche opere che, fino al 19 aprile, animano la scenografica mostra allestita in via Tortona da Swarovski Crystal Palace. Non un’installazione, ma un progetto cinematografico presenta in anteprima alla Torre Branca di Parco Sempione Electrolux, che stasera proietta uno short cut dalle atmosfere pasoliniane, affidato alla supervisione di Alessandro dell’Acqua, designer del brand N° 21, e all’avvenenza interpretativa della top Bianca Balti. Rende omaggio agli inimitabili plus artigianali del design italiano la mostra organizzata dal magazine Wallpaper in collaborazione con Brioni, nella sontuosa sede del brand di via Gesù per tutta la durata della Milan Design Week.
r.m.
stats