Saloni della moda donna a Parigi: un network di creatività

Non solo défilé a Parigi. Un fitto network di saloni è al nastro di partenza nella capitale francese, pronto a fornire ai compratori internazionali una vasta panoramica di collezioni consolidate e di ricerca.
Dal 29 febbraio al 3 marzo, la rassegna Atmosphère punta sull’eclettismo made in Britain e sui nomi del Paese del Sol Levante: con "On/Off" viene riproposto a Parigi il meglio della creatività londinese, mentre la moda giapponese si fa portavoce di una tendenza che coniuga romanticismo e ribellione rock. Fra le altre novità al salone spiccano la Casita de Wendy e Sandrina Fasoli, vincitrice quest’ultima del Mango Fashion Award di Barcellona, ma anche del Prix Modo Bruxellae, conferitole nel 2006 e del Festival di Hyères nel 2003.
Dal primo al 4 marzo, The Box apre le porte della sua nuova sede, presso il Grand Hotel: 85 marchi ad alto potenziale di originalità, tra cui l’etnico Soaz e l’orientaleggiante Orge Tulga Jewellery, accanto a nuovi nomi quali Elements of Life, Muse e Johanna Braitbart. Colori accesi, materie prime pregiate, savoir faire ereditato dal passato e ricami d’altri tempi declinati in tonalità pungenti: al Cercle Républicain, W Workshop presenta da domani al 2 marzo una rinnovata selezione di designer, prima fra tutti l’ospite d’onore Alessandra Quesada, eletta creatrice 2008. Nell’altra sede dell’Hôtel Regina, tra le altre, da segnalare la linea della finlandese Ivana Helsinki, già in scena anche con una sfilata sabato scorso all’Hôtel Westin: una location in cui espone tra l’altro una parte delle aziende di Paris sur Mode, che dal 29 febbraio al 3 marzo si sdoppia tra questo albergo e le Tuilerie, dove convive con Atmosphère e con la grande vetrina degli accessori Première Classe.
Tornando a W Workshop, questa rassegna presenta inoltre alcuni cortometraggi selezionati in occasione del primo Fashion Film Festival di Berlino, conclusosi a fine gennaio. Due headquarters anche per Rendez Vous Femme, dal 28 febbraio al 2 marzo presso l’Espace Pierre Cardin e l’Académie L’Oréal, in prossimità di Place de la Concorde. In collaborazione con Modo Bruxellae, questa manifestazione si concentra sui talenti belgi, come Cathy Pill e Jean Paul Knott.
Tre sedi e 300 designer per Tranoï, dal 28 febbraio al 2 marzo: al Palais de la Bourse avrà luogo la seconda edizione di “From Tokyo with Love”, mentre la Bourse de Commerce ospita l’Atélier des Créateurs e l’Hôtel Montaigne accende i riflettori sui nomi brasiliani, selezionati in collaborazione con Abest. Dall’itinerario non possono mancare Le Showroom (da domani al 2 marzo) e Vendôme Luxury Trade Show dal 28 nell’omonima piazza.
v.t.
stats