Samsonite riduce le perdite nei primi nove mesi del 2002

Samsonite registra un terzo trimestre in crescita, ma i risultati dei primi nove mesi sono ancora negativi. Nel periodo agosto-ottobre 2002 il produttore e distributore americano di articoli da viaggio ha visto salire il giro d'affari del 5,8% a quota 201,9 milioni di euro, mentre tra gennaio e ottobre è sceso del 5,7%, passando da 582,4 a 549,5 milioni di dollari. A livello di utile lordo, il terzo trimestre si è chiuso in attivo per 7,6 milioni di dollari contro una perdita di 5,8 milioni dell'anno precedente. Nei primi nove mesi, invece, il risultato lordo si conferma ancora in rosso, nonostante si evidenzi una riduzione delle perdite, passate da -8,7 a -5,8 milioni di dollari. "L'incremento delle vendite registrate nell'ultimo periodo - ha commentato Luc Van Nevel, amministratore delegato di Samsonite - è dovuto essenzialmente all'introduzione di una serie di nuovi prodotti all'interno delle linee di borse casual e ventiquattrore, ma anche grazie alle recenti iniziative di ristrutturazione operativa e a una riduzione dei costi". "Tuttavia - ha precisato Van Nevel - i dati relativi ai nove mesi continuano a essere inferiore a quelli dell'anno precedente a causa della persistente debolezza dell'economia in Europa e Stati Uniti". Per quanto riguarda l'Asia, invece, le vendite del terzo trimestre sono cresciute del 6,5% a quota 18 milioni di dollari.
v.s.
stats