Sartoria Saintandrews Milano: un nuovo a.d. e una sede negli States

Pier Luigi Canevelli, 47 anni e 20 di esperienza nell’ambito del merchant banking con particolari attività di M&A, diventa a.d. di Sartoria Saintandrews Milano e della controllante Milano Luxury Company. L’azienda di Bellocchi di Fano, acquisita nel 2006 dalla famiglia Trabaldo Togna, sta avviando anche una filiale negli Usa, nel cuore del fashion district newyorchese.
L’ingresso di Canevelli, fanno sapere dalla società, segna l’avvio della strategia per la quale la Milano Luxury Company è stata recentemente creata: una holding con progetti di acquisizione di realtà artigianali nell’ambito dell’eccellenza dell’abbigliamento maschile.
Tra le news figura anche l’apertura di una nuova sede a New York, attraverso la quale Sartoria Saintandrews Milano intraprende un passo importante nel suo piano di sviluppo investendo direttamente su un mercato, quello americano, “ancora oggi vitale e strategico per il settore del lusso a livello internazionale”. L’allestimento della filiale - che si trova al 1240 di Avenue of the Americas, all’altezza del Rockefeller Center – è stato curato da Piero Lissoni, l’architetto incaricato di sviluppare, oltre all’immagine coordinata del brand che fa capo all’azienda, Santandrea, tutta la parte visual e i retail concept, di cui lo stand a Pitti Uomo rappresenta la prima espressione.
L’azienda, specializzata nella sartoria maschile di alta gamma, sta vivendo una nuova stagione dopo l’acquisizione da parte della famiglia biellese Trabaldo Togna nell’aprile del 2006, identificandosi con il concetto di “sartoria milanese”, più asciutta, dinamica e rigorosa se comparata alle scuole romana e napoletana. Un’evoluzione contrassegnata anche dal cambio di nome del marchio, passato dall’inglese Saintandrews a Santandrea, per esprimere al meglio tutta la sua italianità (vedi fashionmagazine.it del 25 giugno 2007).
a.t.
stats