Saverio Moschillo: un altro stabilimento, nuovi negozi e tante novità

Saverio Moschillo costruirà di fianco alla Falber a Forlì un altro stabilimento di 30 mila metri quadri. Sarà pronto entro l’anno prossimo, con un investimento tra i 25 e i 30 milioni di euro. Ma non è l’unica novità del dinamico imprenditore irpino.
Disegnato dall’architetto Max Locatelli, il nuovo impianto verrà realizzato in Tx Active, un cemento ecologico con un principio attivo fotocatalitico che permette di attaccare e distruggere gli elementi inquinanti, e avrà il tetto composto da pannelli fotovoltaici per sfruttare l’energia solare.
Intanto Moschillo si appresta a dare il la ad altre importanti operazioni: sono infatti in arrivo il primo profumo John Richmond (la versione femminile uscirà a febbraio, quella maschile sei mesi dopo), una nuova showroom per gli accessori, i Richmond Café e i Richmond Hotel.
E il vulcanico imprenditore irpino già pensa agli orologi John Richmond: “Ma con calma - assicura –. Ho aspettato quasi dieci anni per fare il profumo e per crearlo ho messo in gara due multinazionali e un’azienda italiana. Al momento giusto partirò con la licenza nell’orologeria: sono in tanti a farmi la corte”.
Per il futuro previste anche, dopo la recente operazione con Haute, nuove acquisizioni, e un’ulteriore espansione all’estero: “Oggi il fatturato è realizzato per il 33% in Italia e il 67% all’estero - conclude Moschillo -. Intendo arrivare a un rapporto 20-80 puntando su Cina, mercati arabi, Europa dell’Est, Ucraina, Grecia, aree che offrono ampie possibilità di sviluppo”.
La crescita oltreconfine passa anche attraverso l’apertura di monomarca: a breve verranno avviate nuove boutique in Cina dove, oltre alle già esistenti John Richmond a Hong Kong e Richmond a Hong Kong e Pechino, apriranno una John Richmond, sempre nella capitale, e due Richmond, una ancora a Pechino e una a Shanghai.
Negli Emirati Arabi sono previsti un negozio a Doha e diversi a Dubai: qui tra dicembre e febbraio apriranno John Richmond e Richmond nel Dubai Mall mentre un quarto - un altro Richmond è già attivo al Burjuman - è previsto per la stagione successiva.
Di ampio respiro l’operazione in programma a New York, dove Moschillo sta approntando un building a Soho con punto vendita John Richmond, showroom di vari marchi e attico per feste e happening.
Ma “l’opening ‘col botto’ sarà quello di Parigi - promette Moschillo - con una location di oltre mille metri quadrati per John Richmond”. In attesa di questo exploit, l’azienda si avvia a chiudere il 2008 con un fatturato di 380 milioni di euro, in crescita rispetto ai 360 del 2007.
c.mo.
stats