Scervino raddoppierà lo stabilimento di Bagno a Ripoli

L'azienda di 7mila metri quadri, avviata solo cinque anni fa a Grassina (vicino a Bagno a Ripoli, alle porte di Firenze), va già stretta alla maison Ermanno Scervino - che oggi impiega 236 persone - anche alla luce della crescita costante del fatturato, che nel 2012 raggiungerà i 96 milioni di euro (93 del 2011, il 65% provenienti dall'export). E domani lo stilista riceverà a Mosca il World Fashion Award. Scervino aprirà la serata al Radisson della capitale russa con una sfilata delle sue creazioni donna e riceverà il premio - assegnato da World Fashion Channel ai migliori fashion designer internazionali, ai direttori di testate internazionali, critici e imprenditori che si siano distinti per la loro capacità creativa e di innovazione - dall'ambasciatore italiano a Mosca, Antonio Zanardi Landi. La griffe non solo spopola negli Stati dell'ex Urss (la first lady dell'Azerbaijan ha chiesto loro di realizzare le divise per i Giochi di Londra della nazionale olimpica) ma è in procinto di aprire boutique in Cina, Giappone e negli Emirati Arabi, oltrepassando così i 40 monomarca nel mondo. Forti di questi presupposti (a riprova dell'ottima salute della società, nel 2011 l'ebitda in percentuale è stato del 20% e gli oneri finanziari sono da diversi anni fermi a quota 1,4%), Ermanno e Toni Scervino hanno già pronto il progetto per una struttura gemella collegata all'attuale stabilimento affacciato sul Chianti, ma più incassata nella collina per rispettare la bellezza del paesaggio circostante. I lavori partiranno entro il 2013.
stats