Scervino riporta la produzione all’interno

La griffe fiorentina Ermanno Scervino ha deciso di rafforzare la produzione, realizzando internamente l’abbigliamento in tessuto e in maglia. L’operazione avverrà attraverso le neoacquisite Maiani e Maglificio Anna, il cui prezzo di acquisto non è ancora stato reso noto. In programma entro il 2003 le aperture di due monomarca: uno a Mosca, l’altro a Tokyo.
Maiani (d’ora in avanti Maiani Couture), con sede nel capoluogo toscano, produrrà l’abbigliamento femminile e maschile in tessuto ed entrerà a pieno regime per la collezione primavera-estate 2004 (attualmente in lavorazione la linea autunno-inverno 2003-2004).
Per produrre internamente la maglieria, invece, la griffe Ermanno Scervino ha acquisito un’azienda e alcuni piccoli laboratori che costituiranno una struttura specializzata, il Maglificio Anna, sempre con sede a Firenze.
I capispalla e lo sportswear (settore che realizza più della metà del giro d’affari) della maison continueranno a essere prodotti su licenza da Cipriani, mentre Fontana resta il licenziatario per gli accessori. Ancora da definire nei particolari il beachwear: la collezione pilota è stata prodotta su licenza da Les Bonitas di Prato. Presentata lo scorso settembre insieme al prêt-à-porter per la primavera-estate 2003, sarà distribuita nei punti vendita già legati all’abbigliamento della griffe.
Con un fatturato di circa 30 milioni di euro, Ermanno Scervino si appresta a inaugurare, entro l’anno, due nuovi monomarca (vedi fashionmagazine.it del 6 dicembre 2002) rispettivamente a Mosca (al Petrowsky passage) e a Tokyo (nell’area di Aoyama Omotosando).
e.f.
stats