Sears acquisisce Land's End per quasi due miliardi di dollari

La storica catena americana di department store Sears Roebuck and Co. ha acquisito per 1,86 miliardi di dollari Land’s End, leader nella vendita per corrispondenza e online. La fusione in contanti è stata approvata dai rispettivi board. A partire dal prossimo autunno, le linee di abbigliamento uomo, donna e bimbo di Land’s End inizieranno a essere commercializzate anche negli 870 punti vendita Sears, dove entro l’autunno 2003 sarà possibile trovare l’interno “universo” Land’s End. Il presidente e amministratore delegato di Land’s End, David F. Dyer, ha rivelato che in un primo tempo i vertici della società, il cui quartier generale si trova a Dodgeville negli Usa, avrebbero voluto dare vita a una catena di negozi di proprietà, eventualmente appoggiandosi a un partner distributivo. Ma l’offerta di Sears è stata così allettante da fugare eventuali incertezze. Dyer, tra l’altro, manterrà la sua carica anche dopo l’acquisizione. A differenza di Sears - che, come altre catene statunitensi, sta attraversando un periodo critico a causa della concorrenza della grande distribuzione a prezzi concorrenziali -, il bilancio di Land’s End è più che positivo: nel 2001 l’utile netto ha fatto un balzo in avanti del 93% fino a raggiungere i 66,9 milioni di dollari e il fatturato è aumentato del 7% a 1,5 miliardi di dollari. Invece l’utile netto di Sears è sceso da 1,3 miliardi a 735 milioni di dollari e l’utile operativo è passato da 2,1 a 1,1 miliardi di dollari. Il fatturato, comprese le entrate da crediti e prodotti finanziari pari a 5,2 miliardi di dollari, si è attestato sempre nel 2001 su 41 miliardi di dollari. I portavoce di Sears sottolineano che gli effetti della transazione sugli utili saranno tangibili a partire dal 2004.
fi
stats