Semestre in utile per Burani Designer Holding

Burani Designer Holding - società della famiglia Burani che investe nell'Italian lifestyle e che controlla, tra gli altri, il 61% del Mariella Burani Fashion Grpoup - chiude la prima metà dell'esercizio con ricavi per 397,1 milioni di euro, in crescita dell'11,4% rispetto all'analogo semestre del 2007. Il risultato è positivo per 13,9 milioni di euro, da una precedente perdita di 7,2 milioni.
Come spiegano dalla holding, i numeri del periodo riflettono l'acquisizione del 51% di Spm (fine food), il consolidamento nel Mbfg di Calgaro e Valente (gioielleria), nonché di Dadorosa (pelletteria) e la cessione della divisione multi-brand retail (insegne Revedi, Bernie's e Don Gil).
Nei sei mesi il fatturato di Bdh è stato trainato da Antichi Pellettieri (+26%), realtà specializzata nel settore leather good, per il 22,8% circa controllata dal Mbfg. I mercati più ricettivi sono risultati quelli emergenti (+34%), in primis Russia, Est Europa e Medio Oriente.
Il risultato operativo della società, che si focalizza anche nei settori beachwear e underwear (tra i brand, Fisico, Bacirubati e Argentovivo) è più che raddoppiato nel semestre, passando da 22,4 a 46 milioni di euro. L'utile pretasse è così salito da 9,1 a 19,4 milioni di euro. Sulla base di questi dati, l'a.d. Kevin Tempestini ha confermato una crescita a cifra doppia di ricavi ed ebitda annuali.
e.f.
stats