Seri.co lancia con Marinella il "Galà della Cravatta Italiana" e annuncia novità

Seri.co e Marinella hanno presentato oggi a Milano il primo "Galà della Cravatta Italiana". L’evento, che si terrà venerdì prossimo sul Lario, celebrerà l’accessorio principe dell’eleganza maschile, sposando nel contempo una nobile causa. A margine della conferenza stampa, Pierluigi Tagliabue di Seri.co ha annunciato l’ingresso dell’intimo fra le tipologie di prodotto che, a fronte di determinate caratteristiche, potranno fregiarsi del marchio di qualità del prodotto serico italiano.
“Questa possibilità dovrebbe concretizzarsi in un paio di mesi”, ha detto Tagliabue. Quanto all’imminente galà promosso da Seri.co in collaborazione con la storica azienda napoletana, le finalità del progetto sono state raccontate, con garbo e savoir-faire partenopeo, da Maurizio Marinella, nipote del fondatore e attuale responsabile della Casa napoletana delle cravatte forse più famose al mondo.
“Quest’anno E. Marinella compie novant’anni – ha spiegato Maurizio Marinella -. Per questa ricorrenza ho pensato di farmi un regalo, in grado di darmi un’emozione forte. Ho avuto modo di conoscere la realtà dei bambini, affetti da malattie rare, e dei loro genitori del reparto di Genetica Clinica e Malattie Metaboliche dell’ospedale pediatrico Giovanni XXIII di Bari e ho pensato di fare qualche cosa”. Così è nato il progetto, che ha portato ai 52 ritratti in bianco e nero di altrettanti uomini famosi, immortalati da Fredi Marcarini nel rituale gesto di fare il nodo alla cravatta, e alla mostra e al libro che li raccolgono, “Cinquantadue nodi d’amore”.
Molti di questi vip, patiti della cravatta, sarranno presenti al galà di venerdì, che prevede la visita alla mostra fotografica, presso la Chiesa di San Francesco a Como (che sarà aperta fino a domenica), e la cena a Villa Erba di Cernobbio.
I comaschi Pierluigi Tagliabue, amministratore delegato di Seri.co, e Fabio Ferretti, presidente della Sezione Cravatta di Sistema Moda Italia, si sono detti particolarmente felici di appoggiare e di ospitare a Como l’iniziativa di Marinella. Alla conferenza stampa lo storico brand è stato battezzato scherzosamente, ma soprattutto con intenti di buon auspicio per tutto il settore, “alfiere del grande ritorno della cravatta”.
e.a.
stats