Sfilate a New York: ultima volta a Bryant Park

Per l'ultima volta dopo 15 anni, le passerelle della Mercedes-Benz Fashion Week - in programma da domani al 18 febbraio - verranno montate sotto le tende di Bryant Park, prima di essere spostate a settembre all'interno del prestigioso Lincoln Center (nella foto, una proposta di Ralph Lauren in pedana durante la scorsa edizione della kermesse: la griffe sfila il 18 febbraio).
Gli addetti ai lavori non nascondono una "nostalgia in anticipo" per la storica location, un parco nel centro della città diventato negli anni un’istituzione per la moda, in posizione strategica a pochi isolati dal Garment District, in cui si concentrano la maggior parte degli showroom.
Come sempre sono presenti i grandi nomi della moda americana - Oscar De la Renta, Carolina Herrera, Ralph Lauren, Donna Karan, Marc Jacobs, Tommy Hilfiger -, ma non mancano stilisti più giovani che portano alla scena freschezza e creatività: Proenza Schouler, Phillip Lim, Derek Lam, Alexander Wang. Grande attesa per Jason Wu, assurto a popolarità internazionale grazie al gradimento espresso in molte occasioni ufficiali dalla First Lady Michelle Obama, e per Thakoon, che nel film “The September Issue”, riceve apprezzamenti da parte dell’usualmente ermetica Anna Wintour. Sotto i riflettori anche la nuova collezione Rk, lanciata dall’executive creative director di Coach, Reed Krakoff.
Assente Phi, la linea disegnata dal visionario Andreas Melbostad che, pur avendo alle spalle basi solide e una buona distribuzione, ha chiuso a gennaio le porte del prestigioso showroom al Meat Market. Ma nonostante alcune piccole aziende cessino l'attività e molte siano costrette a ridimensionarsi, a differenza della stagione precedente c’è aria di speranza e positività.
Dall'Italia si presentano domani sera La Perla e il 16 febbraio Diesel Black Gold.
c.l.
stats