Sfilate: la prima volta di Istanbul

La prima edizione degli Istanbul Fashion Days si è svolta dal 26 al 29 agosto, con un calendario di una ventina di nomi tra stilisti, nuovi talenti e brand nazionali affermati. Organizzata da Itkib, l’associazione che riunisce le aziende del tessile e dell’abbigliamento turche, la rassegna nasce con l’obiettivo di promuovere il settore che, dopo anni di crescita, nel 2009 vede rallentare il ritmo delle sue esportazioni.
Secondo i dati diffusi dalla stessa associazione, infatti, mentre nel 2008 l’export ha tenuto con valori annui attorno a 6,6 miliardi di dollari per il tessile, 15,2 miliardi per l’abbigliamento e 1,3 miliardi per la pelletteria, il primo semestre ha chiuso a quota 2,5 miliardi per il tessile, 5,9 miliardi per l’abbigliamento e 450 milioni per la pelletteria: dati che confermano l’impossibilità di raggiungere gli stessi traguardi dell’ultimo triennio.
Gli Istanbul Fashion Days nascono, quindi, con l’intento di rafforzare l’immagine del made in Turkey, valorizzando il talento degli stilisti nazionali e le opportunità che il settore manifatturiero offre ai buyer internazionali attraverso brand che puntano su un buon rapporto qualità-prezzo.
Certamente il decollo dell’iniziativa in un momento di recessione non è stato facile, come ha sottolineato il presidente di Iktib, Hikmet Tanriverdi: “Ci sono molte cose ancora da migliorare dal punto di vista organizzativo - ha affermato - che per la prossima edizione saranno riviste grazie anche al sostegno di sponsor che in questa stagione non hanno aderito. Ma siamo convinti che questa sia la strada giusta per valorizzare e accompagnare la crescita del nostro settore”.
t.m.
stats