Si chiude il sipario sulla griffe Veronique Branquinho

Veronique Branquinho è l’ennesima vittima illustre della crisi del settore del lusso. Dopo 11 anni di attività, chiuderà la griffe della stilista belga, colpita dal crollo degli ordini per la collezione invernale e da numerose cancellazioni e mancati pagamenti per la stagione in corso.
La società James NV (di cui la Branquinho possiede una quota di maggioranza) pone così fine a uno dei brand più apprezzati della scena internazionale. La designer, diplomata nel 1995 alla Royal Academy of Fine Arts di Antwerp, ha anche designato per due stagioni la linea Ruffo Research; nel gennaio 2004 è stata special guest a Pitti Immagine Uomo, con un evento-performance dedicato al suo menswear. Come riporta la stampa internazionale, la creativa 35enne resta direttore artistico del marchio belga di pelletteria Delvaux e professore presso l’Universität für angewandte Kunst di Vienna, ruolo che ricopre dal settembre 2005. Il monomarca Veronique Branquinho di Antwerp, al 73 di Nationalestraat, resterà aperto fino a esaurimento scorte.
d.p
stats