Sistema Moda pronta a dialogare sull'area ex Falck di Sesto

"Si potrebbe clonare una sorta di quadrilatero della moda", ha detto il presidente di Sistema Moda Italia Vittorio Giulini, interpellato da Fashion sull'ipotesi che il recupero della maxi area di Sesto San Giovanni possa offrire spazi al made in Italy. Del resto nello stesso progetto presentato a inizio maggio dagli attuali proprietari dell'area (il gruppo immobiliare Pasini) si parla tra le altre cose della possibilità di realizzare un centro di eccellenze sul modello di quello orafo di Marcianise (Napoli), denominato Tarì. L'idea è quella di offrire spazi e servizi condivisibili (dalla logistica alla comunicazione alla consulenza amministrativa) all'interno una Centro di attività produttive, che si integrerà con una Città della conoscenza e dell'innovazione, nonché con un parco urbano di 650 mila metri quadrati (su un area totale da recuperare di 1,5 milioni di metri quadrati) dove troveranno sede una serie di spazi "sociali" (musei, strutture sportive, aree verdi). "Più che a un centro di aggregazione produttiva - ha spiegato Giulini - vedo in realtà la possibilità di un retail park". "A due passi dalla ricchissima Brianza - ha continuato - sarebbe possibile replicare una sorta di quadrilatero della moda e del made in Italy in generale, con un grande effetto di promozione e di accessibilità".
stats