Slowear: il premio Pitti Uomo a Incotex, un nuovo negozio a Milano e l’avvio del franchising

Stamattina Roberto Compagno ha ritirato il premio Pitti Immagine Uomo per Incotex. In Slowear, intanto, oltre al recente accordo di produzione e distribuzione worldwide per la collezione di prêt-à-porter maschile Liberty of London, si lavora su molti fronti, come l’ampliamento del progetto Red anche ad altre label di proprietà, il nuovo negozio di Milano, l’avvio di un programma franchising Officina Slowear: li illustra il ceo Mario Griariotto.
Dopo il successo di Incotex Red prima e ora di Montedoro Red - che partono dagli stessi presupposti, ovvero grande ricerca sui materiali, sui trattamenti e sui lavaggi, appeal vintage e dettagli accattivanti - per la primavera-estate 2011 il concetto Red si amplia trasversalmente ai brand Glanshirt e 2B3, altro marchio di proprietà del gruppo, una linea di polo e maglieria: “Anche in queste declinazioni il fil rouge è lo stesso: grande ricerca, per dare vita a capi che sembrano usciti da un vecchio baule” sintetizza Griariotto.
Intanto sono in corso i lavori per l’apertura, il prossimo 1 settembre, del nuovo spazio Officina Slowear di via Solferino 18, il secondo punto vendita del gruppo a Milano, dove da tempo esiste il monomarca di viale Elvezia. “Abbiamo scelto Brera perché è il posto giusto per noi, un quartiere dove la gente vive - racconta il manager -. Sarà il primo esempio di un nuovo concept per il quale, dopo aver messo in gara più architetti, abbiamo scelto Carlo Donati, perché ha saputo progettare quello che avevamo in mente: un contenitore in grado di valorizzare il prodotto, esposto in modo tale da creare un’esperienza quasi tattile”.
Un concetto, aggiunge Griariotto, “che ora vorremmo estendere al nostro nascente franchising, un’operazione per la quale nutriamo forti ambizioni e abbiamo già richieste di affiliazione: partiamo con boutique solo maschili, ma per il futuro pensiamo anche a una versione al femminile”. “Il kick off sarà lo spazio di via Solferino, il negozio pilota. L’obiettivo è arrivare a 30 store nel mondo in tre anni” conclude il ceo di Slowear, che tiene però a fare un’ultima precisazione: “Il punto vendita di Brera vuole offrire non solo un concept d’immagine, ma soprattutto intende testare un business model: l’obiettivo sono spazi di non più di 70 metri quadri, perché miriamo a un rapido ritorno sul capitale investito dal franchesee”.
L’azienda punta a una crescita del 7-8% per il 2010, per raggiungere quota 60 milioni di fatturato (erano 56 nel 2009): ancora più alte le aspettative per il 2011, anno che Griariotto, sulla base dei segnali che ha colto nel corso dei suoi numerosi viaggi all’estero, prevede “molto positivo”.
c.mo.
stats