Stati Uniti: i consumi di abbigliamento tra i più colpiti dal conflitto

Uno studio della NPD Group sui consumi negli Stati Uniti, riportato dal Wall Street Journal, cita elettrodomestici, gioielli e abbigliamento tra i settori più colpiti dalle tensioni per la guerra in Iraq. Secondo lo studio, il 41% degli intervistati su un campione di 2.645 ha dichiarato che in marzo e aprile spenderà meno del previsto, in considerazione non solo del conflitto ma anche per il timore di possibili attacchi terroristici, di eventuali tagli all’occupazione e a causa dell'aumento del prezzo della benzina.
c.mo.
stats