Stefanel: fatturato in rialzo, ma sui nove mesi pesano gli oneri finanziari

Il retail aeroportuale (Nuance) sostiene il giro d’affari di Stefanel, che raggiunge quota 612,4 milioni di euro nei primi nove mesi dell’esercizio (+4% a cambi correnti e +5,9% a cambi costanti). Downtrend per i ricavi dell’abbigliamento che, a 180,6 milioni di euro, segnano un -1,3%.
Un ribasso, quest’ultimo, che viene attribuito dal management al “diverso timing di vendita” rispetto all’analogo periodo del 2003: quasi 50 negozi sono passati dalla gestione da parte di terzi a quella diretta ed è aumentato il numero di capi prodotti e venduti in corso di stagione. Parte delle vendite che in passato venivano effettuate nel primo e nel terzo quarter, quest’anno sono infatti slittate ai trimestri successivi.
Il margine operativo lordo del gruppo, a 31,2 milioni di euro, è risultato sostanzialmente in linea con il bilancio a nove mesi del 2003. Il risultato operativo è salito invece del 15,9% a 10,2 milioni di euro, con un +36% per la business unit Stefanel, nonostante le deludenti performance in termini di ricavi.
Negativo il risultato ante imposte, appesantito da oneri finanziari netti per 7,4 milioni di euro e oneri straordinari netti per 3,8 milioni. A causa della perdita di Nuance, il rosso consolidato ammonta a 3,6 milioni. L’abbigliamento mostra un utile pretasse positivio di 2,4 milioni di euro.
e.f.
stats