Stefano Pilati tra vintage edition e moda etica

Yves Saint Laurent lancerà il prossimo dicembre la Yves Saint Laurent Edition New Vintage 2009, seconda edizione di una collezione presentata a giugno 2009 in esclusiva per Barneys New York. Intanto Stefano Pilati lancia la linea etica Veryta e la affida alla creatività di Tanya Ling.
Il focus di Yves Saint Laurent Edition New Vintage 2009 si concentra sull’archivio della maison guidata da Stefano Pilati, rispolverando stampe, disegni e tessuti creati dall’arrivo dello stilista in poi. I modelli saranno commercializzati all’inizio di dicembre negli store Yves Saint Laurent a Parigi, Londra, Milano, New York e Hong Kong.
La linea ha pochi, fondamentali, pilastri, a partire dal numero limitato di pezzi, tutti best seller dell’era Pilati. Ogni capo sarà inoltre personalizzato dall’etichetta “Edition New Vintage”, completa di anno di uscita e nome della città in cui sarà venduta. Con il progetto, che in sostanza “ricicla” prezioso materiale d’archivio, non solo a livello di stampe ma anche di tessuti, la griffe contribuisce a enfatizzare l’idea di una moda sostenibile.
A proposito di “ethic fashion”, c’è di nuovo l’iniziativa del direttore creativo di Yves Saint Laurent dietro il debutto di Veryta, brand del lusso prodotto in Italia, estensione moda dell’omonima fondazione no profit creata da Filippo Binaghi (a.d. e designer dell’industria tessile comasca Lorma) e, appunto, dello stesso Pilati.
La metà dei profitti generati da Veryta, disegnata da Tanya Ling, aiuterà a supportare progetti dedicati alla salute, all’educazione e all’ambiente, mentre il 10% sarà versato in favore della fondazione Child Priority, che sostiene la Onlus School for Children nel progetto "La fabbrica del talento in India" (www.schoolforchildren.org). Il debutto sui mercati è fissato per la primavera-estate 2010.
m.g.
stats