Stonefly punta ai Paesi dell’Est

Stonefly, azienda calzaturiera trevigiana con una forte vocazione all’innovazione, ha avviato un ambizioso piano di espansione nell’Est Europa. Nuove aperture riguarderanno i mercati della Serbia e della Romania, Paesi interessati da un crescente potere d’acquisto e una forte propensione alla spesa dei cittadini delle nuove, agiate middle class.
Dopo i recenti opening asiatici (vedi anche fashionmagazine.it dell’8 maggio 2008), la società capitanata da Andrea Tomat guarda con sempre maggiore interesse alle economie emergenti, a cominciare dall’altra parte dell’Adriatico.
Nella Repubblica Serba infatti, grazie a un accordo commerciale con un imprenditore locale, Stonefly prevede di avviare 35 negozi monomarca nei prossimi due anni. Nella capitale Belgrado, entro il mese di settembre, dovrebbero aprire cinque punti vendita - con il consueto concept in bilico fra tecnologia e design - all’interno di importanti department store: ognuno vanterà una superficie di circa 70 metri quadri, suddivisa fra le linee uomo, donna e bambino della casa.
Ancora più a Est, in Romania, il brand con sede a Montebelluna punta a consolidare e rafforzare la propria presenza: già quattro boutique avviate e un nuovo Stonefly shop - circa 60 metri quadrati - in arrivo alla fine di giugno, all’interno del celebre Unira Shopping Center di Bucarest.
d.p.
stats