Swarovski Italia: ricavi 2003 in crescita e un nuovo incarico per l’a.d. Albanesi

Swarovski Internazionale d’Italia, controllata dall’omonimo gruppo austriaco del cristallo lavorato, chiude l’anno fiscale 2003 con ricavi a 101,9 milioni di euro, in rialzo del 12,7%, grazie soprattutto all’area gioielleria. Alla guida della unit italiana presto un triumvirato – due direttori di divisione e un direttore amministrativo-finanziario – al posto di Rinaldo Albanesi, che dal prossimo aprile lascia l’incarico di a.d. per diventare vicepresident international events and exibitions.
Non vi sarà quindi un unico incaricato alla guida di Swarovski Internazionale d’Italia, ma si affiancheranno all’attuale head of finance il direttore in carica della divisione “Crystal components business” (i componenti in cristallo per il tessile, moda, bigiotteria e illuminazione) e il direttore della divisione “Consumer goods business” (oggettistica in cristallo), che sarà nominato in questi giorni.
Per quanto riguarda i dati di bilancio, il 2003 ha visto la società italiana realizzare un margine lordo di 33,9 milioni di euro (+11,7%). Come precisano dalla Swarovski Internazionale d’Italia, il mercato italiano rappresenta il secondo al mondo dopo gli Stati Uniti per il gruppo, la cui produzione industriale ha sede a Wattens, in Tirolo, mentre la divisione prodotti finiti si trova a Zurigo.
Lo scorso anno la società si è focalizzata soprattutto sulla riqualificazione dei punti vendita. Attualmente i monomarca all’attivo nella Penisola sono 250, sei dei quali di proprietà.
e.f.
stats