Swatch Group e Fossil: primo semestre in calo

Utili e fatturato in discesa per due importanti watch company nel primo semestre del 2009. Swatch Group ha realizzato un fatturato lordo di 2,48 miliardi di franchi svizzeri (-15,3%) e un utile netto di 301 milioni di franchi (-28%), mentre l’americana Fossil ha riportato vendite nette in calo del 9,9% a 638,9 milioni di dollari e profitti pari a 33,9 milioni (-38,8% rispetto all’analogo semestre del 2008).
Il risultato operativo della multinazionale si è attestato a 46,3 milioni di dollari, in flessione del 44,9%. Nello specifico del secondo trimestre dell’anno, le vendite del player statunitense sono arretrate del 10,6% a 315,5 milioni, gli utili netti sono scesi del 33,9% a 16,6 milioni, quelli operativi del 35,7% a 22,5 milioni. La società prevede per il terzo quarter un giro d’affari in contrazione fra il 6% e il 9%, mentre negli ultimi tre mesi del fiscal year 2009 il turnover potrebbe oscillare fra il mantenersi stabile e il progredire fino al 3%.
Swatch Group, in un primo semestre caratterizzato da un calo della domanda e della fiducia dei consumatori in tutto il mondo, ha reagito “assai meglio della maggior parte del settore, con una flessione del fatturato lordo su base comparabile (al netto delle dovute cessioni completate nel 2008) di appena il 15,3%”, riporta una nota della company elvetica. “Un risultato - si legge nel comunicato - decisamente migliore rispetto ai dati sulle esportazioni, nella prima metà del 2009, della Federazione dell’industria orologiera svizzera (-26,4% la contrazione dell’export, vedi fashionmagazine.it del 23 luglio 2009)”. La società ha anche sottolineato “una tendenza molto positiva del fatturato e del margine operativo di maggio e giugno, rispetto ai primi quattro mesi dell’anno, che si è confermata a luglio e appare destinata a proseguire nei prossimi mesi, nonostante l’annullamento di ordini di componenti da parte di realtà di orologeria terze”.
d.p.
stats