Swatch chiude il bilancio in linea con il 2002, grazie alla ripresa di fine d’anno

Il risultato netto 2003 di Swatch Group ammonta a 492 milioni di franchi svizzeri, valore sostanzialmente invariato rispetto a quanto totalizzato nell’esercizio precedente (494 milioni). Il fatturato ha subito una flessione del 2% (+1,5% a cambi costanti) ma, spiegano dalla società dell’orologeria, "il secondo semestre ha visto un sensibile miglioramento del trend per tutti marchi di casa".
Il giro d’affari del gruppo svizzero ha totalizzato 3,98 miliardi di franchi, dai 4,06 dell’esercizio 2002, ma le previsioni sono di una ripresa per l’anno in corso, a fronte di un rafforzamento atteso della share di mercato mondiale. La divisione orologi, in particolare, ha visto i ricavi scendere a 2,92 miliardi, dai precedenti 2,98 (-2%), ma il risultato operativo ha segnato un +0,2%. “La strategia di non effettuare alcun intervento sui prezzi a breve termine ha portato i suoi frutti”, hanno spiegato dalla società. Tutti i brand hanno acquisito quote di mercato anche grazie ad azioni di marketing mirate, al rafforzamento della presenza in mercati di interesse (tra questi il Medio Oriente) e a un generale miglioramento nella propensione al consumo.
Più sofferente il business della produzione di orologi, meccanismi e componenti per il gruppo e per terzi, attualmente in fase di ristrutturazione. Il fatturato è sceso a 1,24 miliardi di franchi (-4,2%) e il risultato operativo diminuire a 33 milioni (-61,2%). “Le performance di questo settore si mostrano inferiori a quelle del segmento orologi, anche nei primi mesi dell’anno corrente - hanno spiegato i vertici della Swatch -. Tuttavia, i registri degli ordini delle società di produzione mostrano una chiara ripresa della domanda a partire dal mese di aprile”.
Progressi, invece, nelle attività nei semiconduttori che mettono a segno un turnover di 511 milioni di franchi (+0,6%) e un risultato operativo di 64 milioni (+12,3%). Per il comparto, nel quale Swatch gode di una solida posizione di mercato, è previsto un miglioramento dei margini grazie anche a una attenuazione della pressione sui prezzi.
e.f.
stats