Target: dopo Missoni, scatta il feeling con Jason Wu

Dopo il debutto, lo scorso settembre, della limited edition Missoni for Target, il retailer americano è alle prese con una nuova collaborazione, che questa volta coinvolge uno dei designer preferiti dalla first lady Michelle Obama: si tratta di Jason Wu, chiamato a progettare una linea inserita nell'iniziativa Go International.
Un nome, quest'ultimo, che indica un progetto di Target lanciato nel 2006, volto a valorizzare i talenti emergenti, tra cui in passato Rodarte, Zac Posen, Thakoon, Richard Chai, Rogan Gregory e Gaby Basora, artefice della label Tucker. Wu si è detto entusiasta della partnership: come riporta la stampa specializzata d'oltreoceano, l'ha definita "un'esaltante opportunità per fornire un'interpretazione dei miei canoni estetici adatta a un pubblico più vasto rispetto a quello con cui abitualmente mi confronto". "Il risultato sono vestiti che si adattano con molta facilità alle occasioni sia della giornata, sia della sera - ha aggiunto - sofisticati e femminili, completati da accessori divertenti".
Nato a Taiwan, trasferitosi ancora bambino in Canada e successivamente nel Connecticut, il 29enne stilista è stato protagonista di una rapida ascesa: dopo aver lanciato cinque anni fa la linea che porta il suo nome, si è distinto ai Cfda Award, dove nel 2008 ha vinto il premio Swarovski per gli accessori. Ma la notorietà è arrivata quando Michelle Obama ha scelto un suo abito sia in occasione dei festeggiamenti per l'insediamento del marito Barak alla Casa Bianca, sia su una copertina di Vogue America: del resto Anna Wintour, il potente direttore di questa testata, non ha mai nascosto l'apprezzamento per Wu, che risulta tra i favoriti di celebrity come Amber Valletta, Ivana Trump e January Jones.
a.b.
stats